Documenti per gli Usa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutti i cittadini italiani che si recano negli Stati Uniti d'America per motivi di turismo o affari e un periodo non superiore ai 90 giorni non necessitano del visto, ma devono essere in possesso dell'Esta, acronimo di Electronic System for Travel Authorization. L'Italia infatti, come altre nazioni, aderisce al Visa Waiver Program, il programma di viaggio senza visto, e gli accordi fanno sì che per entrare negli Usa bastino il passaporto elettronico in corso di validità e compilare un questionario online – l'Esta appunto – per avere tutte le carte in regola. Però… non è così semplice.

UN QUESTIONARIO SEMPLICE MA SEVERO
L'indirizzo ufficiale cui connettersi per ottenere l'autorizzazione Esta è questo:https://esta.cbp.dhs.gov/esta/. La home page è in inglese, ma potete facilmente settare tutto il questionario in italiano (e volendo, in altre 22 lingue). Armatevi di documenti e pazienza, perché vi verrà chiesto dove soggiornerete negli Usa, un contatto di emergenza, i nomi dei vostri genitori, i dati del vostro attuale (o ultimo) impiego in Italia e altre informazioni personali che non siamo abituati a fornire quando organizziamo un viaggio all'estero. Tra l'altro, alcune domande specifiche sono state introdotte nella prima settimana di novembre 2014, rendendo un poco più lunga e complessa la compilazione. La pratica vi costerà solo 14 dollari, il costo reale del permesso (4 dollari per la domanda + 10 di imposta), da pagare al momento con carta di credito. E poi l'autorizzazione al viaggio sarà valida per due anni dalla data di emissione

ESTA: ATTENTI ALLE TRAPPOLE
!
Stavamo per cascarci anche noi, a conferma che le trappole, soprattutto in rete, sono all'ordine del giorno. Altri siti che vi offrono l'Esta e potete trovare facilmente in rete, tutti regolari e spesso con suffissi .org o .us, si riferiscono in realtà ad agenzie private che filtrano la vostra domanda, vi illudono di dover fornire molti meno dati, ma alla fine vi bastonano chiedendovi una cifra che va dai 55 euro ai 115 dollari a domanda. Una bella differenza, per lo stesso identico servizio (e spesso solo in inglese). Perciò fate attenzione!
 
E SE NON VADO PER TURISMO?
Il programma Viaggio senza Visto riguarda esclusivamente coloro che si recano negli Usa per turismo o per affari, oppure sono in transito verso un'altra destinazione. Se il motivo del viaggio è differente (per esempio: la frequenza di corsi in un'università o la partecipazione in uno scambio culturale) c'è invece bisogno di un visto. Così come se il periodo di permanenza negli Usa è maggiore di 90 giorni. Le categorie sono molte: le potete tutte trovare su questa pagina, che spiega anche come procedere per ottenere il visto: https://ais.usvisa-info.com/it-it/niv/information/visa_categories.

Panoramica

In preparazione per l'intervista presso la Sezione Consolare, i richiedenti devono raccogliere la documentazione adeguata relativa allo scopo del viaggio. Qui di seguito troverete l'elenco di documenti suggeriti per tutte le categorie di visto. Sarà necessario dimostrare che si soddisfano i requisiti previsti dalla legislazione statunitense, per ricevere la categoria di visto per la quale si sta facendo domanda. Non vi è alcuna garanzia che il visto sarà rilasciato. Non fare piani di viaggio definitivi, o acquistare i biglietti, fino al rilascio di un visto.

Nota bene: può essere richiesta ulteriore documentazione. Rivedere le istruzioni su come richiedere un visto sul sito Web dell'Ambasciata o del Consolato presso il quale sarà presentata domanda. Potrebbero essere richiesti ulteriori documenti necessari a stabilire l'idoneità del richiedente al visto.

  1. Nel caso di richieste di visto che prevedono un'intervista personale presso la Sezione Consolare, i richiedenti devono portare con sé all'intervista tutti i documenti necessari.
  2. I richiedenti che non devono presentarsi di persona per un'intervista presso la Sezione Consolare devono includere tutti i documenti necessari nel plico della richiesta che verrà inviato dal richiedente stesso, affinché la Sezione Consolare possa analizzarli.

Documenti generali richiesti per tutti i tipi di Visto

I seguenti documenti sono richiesti per tutti i tipi di visto:

  1. Passaporto in corso di validità e valido per recarsi negli Stati Uniti. Il passaporto deve essere valido per almeno sei mesi oltre il periodo di permanenza negli Stati Uniti (a meno che non sia previsto diversamente da accordi specifici tra Paesi).
  2. Il passaporto contentente il Visto per gli Stati Uniti emesso più di recente (se applicabile).
  3. Pagina di conferma del modulo DS-160 per la richiesta di visto non immigrante.
  4. Pagina di Conferma ed Istruzioni Stampata da questo sito web.
  5. Una fotografia a colori di 5 cm per lato scattata negli ultimi 6 mesi. Ulteriori dettagli relativi alle linee guida del Dipartimento di Stato in merito alla fotografia si trovano alla pagina: http://travel.state.gov/content/passports/english/passports/photos/photos.html.
  6. I familiari accompagnatori, a meno che non entrino negli Stati Uniti per un motivo diverso, devono presentare un certificato di matrimonio (il coniuge) e/o un certificato di nascita (figli non sposati di età inferiore a 21 anni), a seconda del caso. Numerosi tipi di visto richiedono ulteriori documenti. Si veda la sezione qui di seguito.

Documenti aggiuntivi richiesti a seconda del tipo di Visto

(B) VISITATORE: AFFARI, TURISMO, CURE MEDICHE

  • Siate pronti a presentare i seguenti documenti, se viaggiate per cure mediche:
    • Diagnosi medica stilata da un medico locale, in cui sia descritta la natura della patologia e il motivo per il quale è necessario sottoporsi a terapie negli Stati Uniti.
    • Lettera di un medico o di una struttura medica negli Stati Uniti indicante la disponibilità a trattare la patologia diagnosticata e in cui venga descritta dettagliatamente la durata e il costo della terapia (incluse spese per l'onorario del medico, costi di ricovero e qualsiasi altra spesa di natura medica).
    • Prova della copertura delle spese di trasporto e mediche, nonché disponibilità finanziaria sufficiente a garantire il proprio sostentamento negli Stati Uniti. Ciò può essere effettuato tramite documentazione bancaria o altre dichiarazioni in merito a reddito/risparmi o tramite copie certificate della dichiarazione dei redditi (del paziente o della persona o dell'organizzazione che paga le terapie).

Possono essere utili, a sostegno della domanda di visto, documenti comprovanti le seguenti condizioni:

NOTA: I richiedenti ai quali non è richiesto di effettuare un colloquio consolare, non devono presentare i documenti elencati di seguito. I documenti elencati di seguito sono richiesti solo per i richiedenti che hanno un appuntamento per un colloquio consolare di persona.

  • La volontà di lasciare gli Stati Uniti al termine del viaggio.
  • La disponibilità di fondi sufficienti a coprire tutte le spese durante il soggiorno negli Stati Uniti.
  • La prova che si abbiano legami significativi con il paese in cui si intende ritornare al termine del soggiorno negli Stati Uniti (ciò è generalmente dimostrato provando di avere una famiglia, una professione, delle proprietà, un impiego o altri legami e impegni in un paese diverso dagli Stati Uniti).

(C) TRANSITO negli STATI UNITI

  • Prova del transito negli Stati Uniti, diretti verso un altro Paese, e dell'intenzione di lasciare gli Stati Uniti.
  • Prova di avere disponibilità finanziaria sufficiente a garantire il proprio sostentamento negli Stati Uniti.
  • Prova che il richiedente ha residenza all'estero dove intende ritornare al termine del soggiorno negli Stati Uniti. Ciò è in genere stabilito provando di avere legami di famiglia, professionali, di proprietà, impiego o altri legami e obblighi in un Paese diverso dagli Stati Uniti sufficienti a far sì che il richiedente voglia farvi ritorno al termine del suo soggiorno.

(D) MEMBRI DI EQUIPAGGIO

  • Lettera/contratto da parte della compagnia datrice di lavoro in cui sia indicata la durata del lavoro e, se possibile, i punti di ingresso negli Stati Uniti.

(E) COMMERCIO O INVESTIMENTO

Per il trattamento dei Visti E, consultare le istruzioni sul sito web dell'Ambasciata Americana di Roma. Per ulteriori informazioni ed istruzioni complete, cliccare qui: Informazioni sui Visti E.

(E3) PROFESSIONISTA SPECIALIZZATO AUSTRALIANO

  • Modulo ETA 9035, chiaramente annotato come "E3 - Australia - Da elaborare". Nota bene: Questo modulo è la notifica dell’approvazione di una richiesta condizione di lavoro (LCA - Labor Condition Application) ottenuta dal datore di lavoro americano dal Dipartimento del Lavoro (DOL).
  • Una lettera di offerta di lavoro con le specifiche relative allo stipendio da parte del datore di lavoro americano, in cui si indichi che il richiedente sarà impiegato in un'occupazione specializzata.
  • Una copia autenticata del titolo straniero e la prova della sua equipollenza con una laurea statunitense o una copia autenticata di una laurea breve USA o titolo superiore, così come richiesto dall'occupazione specializzata.
  • Una copia autenticata di qualsiasi licenza richiesta o di qualsiasi altro permesso ufficiale per la pratica dell'occupazione nello stato dell'impiego previsto. Se la licenza non è immediatamente necessaria all'epoca dell'ingresso, il richiedente dovrà fornire prova che la licenza richiesta sarà ottenuta entro un ragionevole periodo di tempo dall'ingresso stesso.

(F) STUDENTE ACCADEMICO O DI LINGUE

  • Modulo I-20, Certificato di Idoneità per lo Status di Studente Non-immigrante (F-1 o M-1) per Non-Accademici, Studenti di Lingue e Studi professionali. Il richiedente dovrà presentare un modulo I-20, generato da SEVIS, fornitogli dalla scuola. Il richiedente ed il dirigente scolastico devono firmare il modulo I-20.
  • La ricevuta di pagamento della tassa I-901 sul Sistema di Informazione Visti per Studenti e Visitatori per Programmi di Scambio Culturale (SEVIS). Per ulteriori informazioni su chi è tenuto pagare questa tassa, consultare il programma SEVP sul sito Web http://www.fmjfee.com.

Possono essere utili, a sostegno della domanda di visto, documenti comprovanti le seguenti condizioni:

NOTA: I richiedenti ai quali non è richiesto di effettuare un colloquio consolare, non devono presentare i documenti elencati di seguito. I documenti elencati di seguito sono richiesti solo per i richiedenti che hanno un appuntamento per un colloquio consolare di persona.

  • La volontà di lasciare gli Stati Uniti al termine del viaggio.
  • La disponibilità di fondi sufficienti a coprire tutte le spese durante il soggiorno negli Stati Uniti.
  • La prova che si abbiano legami significativi con il paese in cui si intende ritornare al termine del soggiorno negli Stati Uniti (ciò è generalmente dimostrato provando di avere una famiglia, una professione, delle proprietà, un impiego o altri legami e impegni in un paese diverso dagli Stati Uniti).

(H) LAVORATORE TEMPORANEO

  • Il numero di ricevuta per la petizione così come compare sulla petizione come Lavoratore non immigrante, Modulo I-129 (Notice of Action), Modulo I-797, dall'USCIS.

(I) RAPPRESENTANTI DEI MEDIA e GIORNALISTI

  • Prova di impiego
  • Una copia del tesserino da giornalista ufficiale, se applicabile

(J) VISITATORE PER PROGRAMMI DI SCAMBIO CULTURALE

  • Certificato di idoneità allo status di visitatore per programmi di scambio culturale, Modulo DS-2019. Un modulo DS-2019 generato dal SEVIS è emesso dallo sponsor del programma dopo che questi ha inserito nel database SEVIS tutte le informazioni relative al visitatore per il programma di scambio culturale. Tutti i visitatori per programmi di scambio culturale, inclusi i rispettivi coniugi e figli minorenni, devono essere registrati nel database SEVIS (Student and Exchange Visitor Information System). Ciascuna persona riceve un Modulo DS-2019 individuale.
  • Piano di collocamento per formazione/internato, Modulo DS-7002. Oltre al Modulo DS 2019, i partecipanti alle categorie J-1 tirocinante e interno richiedono il modulo DS 7002 (secondo la casella 7 del modulo DS-2019). Per saperne di più in merito ai programmi per Tirocinante e Interno, recarsi alla pagina http://travel.state.gov/content/visas/english/study-exchange/exchange.html.
  • La ricevuta di pagamento della tassa I-901 sul Sistema di Informazione Visti per Studenti e Visitatori per Programmi di Scambio Culturale (SEVIS). Per ulteriori informazioni su chi è tenuto pagare questa tassa, consultare il programma SEVP sul sito Web http://www.fmjfee.com.

Possono essere utili, a sostegno della domanda di visto, documenti comprovanti le seguenti condizioni:

NOTA: I richiedenti ai quali non è richiesto di effettuare un colloquio consolare, non devono presentare i documenti elencati di seguito. I documenti elencati di seguito sono richiesti solo per i richiedenti che hanno un appuntamento per un colloquio consolare di persona.

  • La volontà di lasciare gli Stati Uniti al termine del viaggio.
  • La disponibilità di fondi sufficienti a coprire tutte le spese durante il soggiorno negli Stati Uniti.
  • La prova che si abbiano legami significativi con il paese in cui si intende ritornare al termine del soggiorno negli Stati Uniti (ciò è generalmente dimostrato provando di avere una famiglia, una professione, delle proprietà, un impiego o altri legami e impegni in un paese diverso dagli Stati Uniti).

(K) FIDANZATA/O O CONIUGE DI UN CITTADINO AMERICANO

(L) PERSONALE TRASFERITO ALL'INTERNO DI UNA STESSA COMPAGNIA (L)

  • Numero di ricevuta della petizione approvata così come compare sulla petizione per lavoratore non immigrante, Modulo I-129 (Notice of Action), Modulo I-797, dall'USCIS.
  • Se inclusi in una petizione L blanket, occorre portare all'intervista un Modulo I-129S, petizione non immigrante basata sulla petizione L blanket.
  • Il richiedente principale di una petizione L "blanket" è tenuto a pagare una tassa di 500 USD, per la prevenzione ed individuazione delle frodi, al momento del colloquio.
  • Inoltre, ad alcuni richiedenti con petitizioni L1 “blanket” potrebbe essere richiesto di pagare tasse aggiuntive. Per ulteriori informazioni consultare il sito Web http://www.uscis.gov/portal/site/uscis.

(M) STUDENTE PER STUDI NON ACCADEMICI/PROFESSIONALI

  • Modulo I-20. La scuola invierà un modulo I-20 generato da SEVIS non appena inserite le informazioni relative allo studente nel database SEVIS. Lo studente e il preside della scuola devono firmare il Modulo I-20. Tutti gli studenti, i loro coniugi e i figli minorenni, se intendono risiedere con lo studente negli Stati Uniti, devono essere registrati nel sistema SEVIS (Student and Exchange Visitor System). Ciascuna persona riceve un Modulo I-20 individuale.
  • La ricevuta di pagamento della tassa I-901 sul Sistema di Informazione Visti per Studenti e Visitatori per Programmi di Scambio Culturale (SEVIS). Per ulteriori informazioni su chi è tenuto pagare questa tassa, consultare il programma SEVP sul sito Web http://www.fmjfee.com.

Possono essere utili, a sostegno della domanda di visto, documenti comprovanti le seguenti condizioni:

NOTA: I richiedenti ai quali non è richiesto di effettuare un colloquio consolare, non devono presentare i documenti elencati di seguito. I documenti elencati di seguito sono richiesti solo per i richiedenti che hanno un appuntamento per un colloquio consolare di persona.

  • La volontà di lasciare gli Stati Uniti al termine del viaggio.
  • La disponibilità di fondi sufficienti a coprire tutte le spese durante il soggiorno negli Stati Uniti.
  • La prova che si abbiano legami significativi con il paese in cui si intende ritornare al termine del soggiorno negli Stati Uniti (ciò è generalmente dimostrato provando di avere una famiglia, una professione, delle proprietà, un impiego o altri legami e impegni in un paese diverso dagli Stati Uniti).

(O) STRANIERO DALLA STRAORDINARIA ABILITÀ

  • Il numero di ricevuta per la petizione così come compare sulla petizione come Lavoratore non immigrante, Modulo I-129 (Notice of Action), Modulo I-797, dall'USCIS.

(P) STRANIERO RICONOSCIUTO IN CAMPO INTERNAZIONALE

  • Il numero di ricevuta per la petizione così come compare sulla petizione come Lavoratore non immigrante, Modulo I-129 (Notice of Action), Modulo I-797, dall'USCIS.

(Q) PARTECIPANTI A PROGRAMMI DI SCAMBIO CULTURALE INTERNAZIONALE

  • Il numero di ricevuta per la petizione così come compare sulla petizione come Lavoratore non immigrante, Modulo I-129 (Notice of Action), Modulo I-797, dall'USCIS.

Possono essere utili, a sostegno della domanda di visto, documenti comprovanti le seguenti condizioni:

NOTA: I richiedenti ai quali non è richiesto di effettuare un colloquio consolare, non devono presentare i documenti elencati di seguito. I documenti elencati di seguito sono richiesti solo per i richiedenti che hanno un appuntamento per un colloquio consolare di persona.

  • La volontà di lasciare gli Stati Uniti al termine del viaggio.
  • La disponibilità di fondi sufficienti a coprire tutte le spese durante il soggiorno negli Stati Uniti.
  • La prova che si abbiano legami significativi con il paese in cui si intende ritornare al termine del soggiorno negli Stati Uniti (ciò è generalmente dimostrato provando di avere una famiglia, una professione, delle proprietà, un impiego o altri legami e impegni in un paese diverso dagli Stati Uniti).

(R) LAVORATORE RELIGIOSO

  • Il numero di ricevuta per la petizione così come compare sulla petizione come Lavoratore non immigrante, Modulo I-129 (Notice of Action), Modulo I-797, dall'USCIS.
  • Recarsi alla pagina http://travel.state.gov/content/visas/english/other/religious.html Per ulteriori informazioni e dettagli sul lavoratore religioso temporaneo visti

(T) VITTIMA DEL "TRAFFICO" (T)

  • Modulo I-797 (Notice of Action) dall'USCIS, indicante l'approvazione del Modulo I-914, Supplemento A

(TD/TN) PROFESSIONISTA NAFTA

  • Prova di impiego

(U) VITTIMA DI ATTIVITÀ CRIMINALI

  • Modulo I-797 (Notice of Action) dall'USCIS, indicante l'approvazione di una petizione U non immigrante

 

Home